Il Vittoriale, la cittadella monumentale costruita sulle rive del Lago di Garda dal poeta Gabriele d'Annunzio assieme all'architetto Giancarlo Maroni, apre anche quest'estate le sue porte a tutti i turisti e agli amanti dell'arte e della letteratura.
 
Lo straordinario complesso di edifici, vie, piazze, teatri, giardini, e corsi d'acqua Venne eretto a memoria della sua "vita inimitabile" e delle imprese degli Italiani durante la prima guerra mondiale. 
 
Gli ambienti
 
La Prioria è la casa trasformata e arredata da d’Annunzio sulle rive del lago di Garda. Da una semplice villa colonica, già appartenuta al critico d’arte tedesco Henri Thode, d’Annunzio creò una casa museo che intese allestire per narcisistica memoria di sé. Simbolo del suo “vivere inimitabile” nelle stanze interne sono conservati circa 10.000 oggetti e 33.000 libri, che si abbinano a frasi enigmatiche e motti, leggibili su architravi e camini, in un gioco di rimandi simbolici. L’atmosfera che si respira all’interno di sacralità, è ampliata dalla scarsa illuminazione. Vetrate dipinte, finestre con pesanti tendaggi, luci soffuse nelle stanze, fanno della Prioria un luogo misterioso e suggestivo in cui il poeta fotofobico poteva ben vivere. D’Annunzio pensò e realizzò la villa con grande minuzia di particolare creando stanze atte a vari momenti di vita: dalla stanza della Musica in cui amava ascoltare dietro pesanti tendaggi Luisa Baccara, sua ultima amante, alla stanza del Lebbroso realizzata come sua ultima dimora, con il letto simbolico delle due età, alla sua Officina, lo studio dell’operaio della parola, come era solito definirsi il poeta.
 
D'Annunzio, dopo aver arredato la Prioria, pensò di realizzare un museo che celebrasse l'eroismo suo e le imprese del popolo italiano nella guerra del 1915-1918. La morte del poeta sopraggiunse prima che vedesse iniziata questa nuova opera, ma il suo desiderio tuttavia è stato realizzato nel 2000 quando gli spazi di Schifamondo - ideati dall'architetto Giancarlo Maroni e arredati da Ettore Canali per divenire la nuova residenza del Poeta - sono stati aperti al pubblico valorizzando così il ricco e prezioso patrimonio storico legato all’esperienza militare di Gabriele d’Annunzio.
Nel luglio 2011 il Museo della Guerra ha cambiato titolatura in museo "D’Annunzio Eroe" e si è arricchito di due nuove sale che ospitano cimeli storici, armi, bandiere e autografi della Collezione dannunziana dell’Ambasciatore Antonio Benedetto Spada.
 
Sotto il colle mastio nel parco è collocata la nave militare Puglia, forse il più suggestivo cimelio del Vittoriale. La nave, sulla quale trovò la morte Tommaso Gulli nelle acque di Spalato, fu donata a d'Annunzio dalla Marina Militare nel 1923. I lavori per portarla al Vittoriale si rilevarono particolarmente impegnativi. La prua, simbolicamente rivolta verso l'Adriatico e la Dalmazia, fu adornata da una polena raffigurante una Vittoria scolpita da Renato Brozzi. Nel sottocastello della nave, dal 2002, è stato allestito il Museo di Bordo che raccoglie alcuni preziosi modelli d'epoca di navi da guerra della collezione di Amedeo di Savoia, duca d'Aosta.
 
Periodicamente vengono organizzati anche rappresentazioni teatrali e visite animate. La prossima è prevista per il 27 agosto: L’ACQUA E ‘IL FUOCO’ Il patto d’alleanza tra Gabriele d’Annunzio ed Eleonora Duse.
Gli attori del teatrOrtaet mettono in scena tutta la suggestione e il fascino dello straordinario sodalizio tra la Diva di quegli anni e d’Annunzio, un rapporto che unì, passionalmente ed artisticamente, due delle più grandi personalità della cultura italiana fin de siécle. 
 
 
 
 
 
 
 
 
I tesserati Dante hanno diritto al biglietto ridotto per l’ingresso al Museo e al Parco del Vittoriale. 
 
Il Vittoriale fa parte di Garda Musei: in cassa e sul sito sono in vendita anche i biglietti congiunti con il Museo di Salò (MuSa).  Dal 13 aprile al 6 novembre 2016 il MuSa ospita la mostra I tesori nascosti, Da Giotto a De Chirico, a cura di Vittorio Sgarbi e il biglietto di ingresso vale sia per il museo che per la mostra.
 
Per info www.vittoriale.it
infotel 0365296511