A cura di Chiara Barbato

Ricostruire le vicende e la fortuna della Commedia, dai primi commenti alle numerose trascrizioni e alle prime edizioni critiche, equivale a seguire gli sviluppi e la codificazione della lingua italiana. D’altra parte, in mancanza di documenti autografi danteschi, è giusto domandarsi se il testo dell’opera sia corrispondente al lessico effettivamente utilizzato dal Sommo Poeta?

Non è solo giusto, è fondamentale. La ricostruzione filologica del testo, e dunque del suo aspetto linguistico, rimane sempre il primo e imprescindibile passo da compiere, sia per la piena comprensione del poema sia per capire a fondo la storia della lingua italiana. Ma più che il lessico – che sostanzialmente conosciamo nella sua interezza e ampiezza, con pochissime incertezze – è proprio la lingua dantesca, cioè sono le sue peculiarità fonomorfologiche quelle che ci mancano e che, in assenza di autografi, non riusciremo mai a recuperare interamente. È paradossale non poter conoscere con assoluta certezza, fenomeno per fenomeno, la lingua di colui che ha mostrato e messo in atto in modo perfetto tutte le potenzialità dell’italiano, sia in poesia sia in prosa, e muovendosi su pressoché tutti i generi, dalla lirica amorosa al trattato filosofico-enciclopedico. Ma grazie alla conoscenza del fiorentino primotrecentesco, alla vastissima tradizione manoscritta del poema (passata al vaglio delle necessarie indagini filologiche) e – aggiungerei – anche grazie al monumentale lavoro degli antichi esegeti (i primi interpreti di quello che viene definito il “secolare commento”), possiamo comunque dire di poter leggere il padre Dante con un elevato grado di approssimazione rispetto all’originale, ahinoi, perduto.

L'articolo è disponibile in forma integrale solamente per i Soci abbonati a "Pagine della Dante" e "Apice".

La preghiamo di effettuare l'accesso all'area riservata o di sottoscrivere un nuovo tesseramento.


Se è già Socio della Dante, ma non è in possesso delle credenziali per accedere all'area riservata la preghiamo di compilare questa scheda.